Turner, cuore di tenebra

Non so come iniziare questo articolo e neanche so come scriverlo, eppure con tutte le forze e a tutti i costi voglio farlo. Perché Turner, benché famoso, conosciuto e apprezzato e sul quale è stato scritto di tutto di più, rappresenta per me moltissimo; che cosa sia poi questo moltissimo non ho bisogno di spiegarlo a nessuno, e in fondo nemmeno a me stesso. È così e basta. Oltretutto non credo ci siano motivi per cui io possa ancora far riferimento a lui, ancora oggi dopo tanti anni e tante esperienze e conoscenze in pittura, dopo tanti artisti nuovi che con lo studio ho conosciuto e apprezzato e amato. Ma Turner rimane comunque una delle fonti per me imprescindibili ogni volta che mi metto a dipingere (sì, sono un classico io, di quelli che crede che la pittura sia ancora da farsi con pennello e colori come trentamila anni fa’). È sempre lì, presente quasi in ogni pennellata, sorta di monito o sprono a fare del mio meglio. La ricerca mi conduce sempre lì, limitante e stimolante allo stesso tempo, rimane sempre quello il mio interesse principale: librarsi a grandi altezze – senz’altro tutte celebrali – e abbandonarsi a sé stessi, viaggiare tra i vapori e le atmosfere, fondersi con gli elementi, lasciarsi trascinare nella natura pericolosa e selvaggia, perdersi nell’ignoto. Ogni volta la sfida per me è questa perché questo mi interessa, e per tentare di risolverla gira e rigira mi ci vuole sempre lui, il buon vecchio Giuseppe.

The-Slave-Ship-1840.jpg

The Slave Ship, 1840

Snow Storm - Steam-Boat off a Harbour’s Mouth

Snow Storm: Steam-Boat off a Harbour’s Mouth, 1842

Snow Storm: Hannibal and his Army Crossing the Alps

Snow Storm: Hannibal and his Army Crossing the Alps, 1812

The Burning of the Houses of Lords and Commons

The Burning of the Houses of Lords and Commons, 1835

Quelle di Turner, nonostante rappresentino quasi sempre spazi aperti e sconfinati, sono opere di straordinario intimismo – specialmente quelle dell’ultimo Turner – capaci di proiettare chi le guarda in una dimensione quasi autistica, dove il mondo circostante diventa come eclissato da un sole pallido, crepuscolare ma potentissimo; il merito è assolutamente dato dal fatto che lambiscono i confini estremi della figurazione, connotandosi in alcuni casi come vere e proprie opere informali. È pittura che va diritta all’anima, un bagno di luce e un vento cosmico che spira tra ululati lontanissimi, detriti di materia disintegrata in vorticosa e frenetica rincorsa. Ci si perde – e questo è bene – nelle sue tempeste, ben consci che il ritornare sarà impresa ardua se non impossibile; si assiste in prima persona a epocali e devastanti incendi o più spesso si salpa per rotte impossibili da navigare, pericolosissime e per questo affascinanti, con la netta sensazione che questo viaggio non può che farci bene, anzi può addirittura purificarci. Ma che il lieto fine è quantomai incerto, la salvezza può non rientrare nell’ordine delle cose. Sono vere e proprie esperienze off-limits quelle che ci fa provare, veri salti adrenalinici. Una volta bastava dire avventura. Difatti la prima volta che ho visto un quadro di Turner era – in prima media, lo ricordo bene – sulla copertina del libro dell’altro Giuseppe, Conrad. Nessun’altra immagine può rappresentare meglio quello splendido racconto (Heart of Darkness). Ancora oggi credo che sia il binomio perfetto, TurnerConrad, per chiunque abbia voglia di avventurarsi in posti estremi e fuori dal tempo. E provare l’ignoto, senza essere certi del ritorno. “L’orrore!…”

Raffaele Boni 2016

Annunci

5 pensieri su “Turner, cuore di tenebra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...